MEDICI DI BASE: IN ARRIVO I SOSTITUTI - Comune di Pieve Emanuele :: Municipio onLine

archivio notizie - Comune di Pieve Emanuele :: Municipio onLine

MEDICI DI BASE: IN ARRIVO I SOSTITUTI

 
MEDICI DI BASE: IN ARRIVO I SOSTITUTI

 

Pieve Emanuele, 19 gennaio 2021 – Continua il lavoro dell’amministrazione comunale per gestire e risolvere l’emergenza legata ai medici di base, che vede ancora centinaia di cittadini barcamenarsi tra scelta di nuovi medici, abbandoni, pensionamenti.

Finalmente buone notizie: è stata confermata una dottoressa in sostituzione del dottor Fracasso, che erediterà tutti i pazienti di quest’ultimo in modo automatico a partire dal 1° febbraio. La dottoressa riceverà presso i locali della guardia medica. Tutti i cittadini che vogliono passare sotto la nuova dottoressa dovranno effettuare il cambio medico in favore di Fracasso prima del suo pensionamento, previsto per il 31 gennaio: essendo una sostituta non nominata in via definitiva da ATS infatti, la nuova arrivata non comparirà tra le possibili scelte del medico.

“Ho voluto incontrare personalmente la nuova dottoressa, - dichiara il Sindaco Paolo Festa - per sottolinearle quanto sia fondamentale per Pieve Emanuele il suo lavoro in questo momento e mi è parsa molto motivata e ansiosa di iniziare.”

Intanto ATS ha rassicurato l’amministrazione comunale sull’arrivo entro questa settimana di un sostituto anche per i pazienti rimasti sotto Zappia e Venuto. Ricordiamo che in attesa di questa nomina, per questi cittadini la guardia medica sita in via Mascagni è attiva anche nelle ore diurne (dalle 10.00 alle 16.00) e visita su appuntamento, da prendersi contattando il 338 6613283.

Sembra dunque concluso il momento di rincorsa al nuovo medico, che a questo punto non pare più necessaria. Nonostante questo il Comune continuerà a lavorare per snellire le procedure e cercare di mitigare le conseguenze dell’assenza di uno sportello di scelta e revoca del medico di base sul nostro territorio: aggiornamenti verranno divulgati non appena disponibili.
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF