SENTENZA BUNGARO: DICHIARAZIONE SINDACO - Comune di Pieve Emanuele :: Municipio onLine

archivio notizie - Comune di Pieve Emanuele :: Municipio onLine

SENTENZA BUNGARO: DICHIARAZIONE SINDACO

 
SENTENZA BUNGARO: DICHIARAZIONE SINDACO

 

“È stata emessa ieri la sentenza relativa alla causa civile (denuncia per diffamazione) inoltrata nei miei confronti da parte di Ubaldo Bungaro, giornalista de l’Eco di Milano e Provincia ed ex consigliere e presidente del consiglio comunale di Pieve Emanuele: tale sentenza mi condanna ad un risarcimento di Euro 5.000 con compensazione delle spese dovuta al mancato accoglimento delle tesi mosse dal difensore del sig. Bungaro. Quest'ultimo, solo per citare una delle sue conclusioni, era infatti arrivato a ritenermi personalmente responsabile della sua mancata elezione a consigliere comunale nelle scorse consultazioni elettorali.

Rispetto la decisione del Tribunale e mi farò carico della pena, ma ribadisco che la mia non voleva essere un’offesa sul piano personale o professionale: quello che intendevo esprimere era che il signor Bungaro, a mio parere, attraverso i suoi articoli, stava svolgendo un’attività più politica che giornalistica.

Fino a prova contraria egli ha sempre fatto politica a Pieve Emanuele, ricoprendo anche ruoli istituzionali per lo schieramento contrapposto a quello che rappresento, circostanza questa che trovo e ho sempre trovato poco compatibile con la decisione di svolgere la professione di giornalista.

Avrò sbagliato i toni, mi sarò forse lasciato trasportare appunto dallo scontro politico, ma non c’era malafede nelle mie parole.

Resta a mio parere da chiarire chi fosse – se esiste – tale Pietro Butera: questo il nome dell’account che ripostava gli articoli di Bungaro e mi pungolava in modo diretto nei commenti. In seguito ad una verifica questo signore non è risultato essere un cittadino di Pieve e, appena inoltrata la denuncia, il suo account è stato chiuso. In seguito a questo strano fatto ho deciso di rispondere sui social solo ed esclusivamente presso la pagina ufficiale della mia parte politica, Pieve Today: troppo spesso dietro ad un profilo di un social network rischia di nascondersi un provocatore di professione, una trappola o comunque una situazione poco chiara.

Il mio augurio ora è che il signor Bungaro dia in beneficenza i proventi di questa causa: in quel caso mi asterrò da presentare appello.”

Il Sindaco
Paolo Festa

 

SCARICA QUI IL PDF DEL COMUNICATO