Riconoscimento di merito ai vigili-eroi di Pieve Emanuele - Comune di Pieve Emanuele :: Municipio onLine

archivio notizie - Comune di Pieve Emanuele :: Municipio onLine

Riconoscimento di merito ai vigili-eroi di Pieve Emanuele

 
Riconoscimento di merito ai vigili-eroi di Pieve Emanuele

 

Pieve Emanuele 24 giugno 2008

Nell’ambito della cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione al corso di protezione civile, è stato dedicato un momento celebrativo ai due vigili del comando di Polizia Locale di Pieve, che la scorso 2 giugno hanno portato soccorso ad una donna pronta a compiere il disperato gesto del suicidio.

 

I due angeli custodi hanno il nome di Giovanna Polisano e Marco Cuppone, che con un intervento tempestivo e accorato hanno evitato che una donna di 62 anni, accovacciata sui binari della ferrovia, all’altezza del passaggio a livello di via Roma, potesse compiere il triste gesto.

 

Determinante è stato l’intervento della vigilessa Polisano la quale con grande sensibilità ha cercato di farsi spiegare i motivi di un gesto così estremo. I due vigili hanno convinto la donna a desistere e togliendola dai binari l’hanno sottratta ad una morte certa.

 

Per l’ intervento provvidenziale e per la professionalità con cui i vigili pievesi hanno affrontato la situazione, cambiando il finale di una storia che poteva avere un esito tragico, l’Amministrazione comunale di Pieve Emanuele ha deciso di riconoscere loro il merito di un’azione eroica attraverso la consegna ufficiale di due attestati.

 

“E’ volontà di tutta l’Amministrazione comunale esprimere ringraziamenti per l’operato svolto e per aver dato un lieto fine ad una storia che poteva avere tristi risvolti – dichiara il sindaco Pinto -  Due vigili coraggiosi che dedicano al loro lavoro passione e lo affrontano con professionalità, apportando un contributo sostanziale all’intera squadra della Polizia locale. A tutti va il mio personale ringraziamento per il lavoro continuo svolto sul territorio e in particolare ai vigili Giovanna Polisano e Marco Cuppone, orgoglioso di averli alle dipendenze della nostra squadra di Polizia locale.”